civile

Pagare e sorridere. Fosse stato un giocatore di poker l’avrebbe saputo. Senza bisogno di ricorrere per Cassazione. Detenuto evade dagli arresti domiciliari; poi viene assolto dal reato principale. La condanna per evasione resta

Condannato definitivamente per evasione nel 2007. Nel 2009 viene assolto definitivamente dal reato costituente titolo per la misura coercitiva violata. La condanna per evasione resta Leggendo le motivazioni della Suprema Corte, vien da pensare che non sarebbe bastata nemmeno la sospensione del procedimento per evasione in attesa della definizione dell’altro – relativo al reato costituente …

Pagare e sorridere. Fosse stato un giocatore di poker l’avrebbe saputo. Senza bisogno di ricorrere per Cassazione. Detenuto evade dagli arresti domiciliari; poi viene assolto dal reato principale. La condanna per evasione resta Leggi altro »

Da oggi entra in vigore il «Codice Rosso»; “modifiche al Codice Penale, al Codice di Procedura Penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere”. Inasprimenti delle pene e introduzione di nuove fattispecie di reato

Avrà qualche effetto positivo? Probabilmente no. 09.08.2019 – La Legge n. 69 del 19.07.2019, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 173 del 25.05.2019, entra in vigore oggi, 09.08.2019, apportando alcune modifiche al Codice Penale ed a quello di Procedura Penale (e altre disposizioni in materia di tutela alle vittime di violenza domestica e di genere.). Quale …

Da oggi entra in vigore il «Codice Rosso»; “modifiche al Codice Penale, al Codice di Procedura Penale e altre disposizioni in materia di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere”. Inasprimenti delle pene e introduzione di nuove fattispecie di reato Leggi altro »

Annullata la sentenza di assoluzione della Corte di Appello di Milano nei confronti di Emilio Fede dal reato di «bancarotta fraudolenta patrimoniale»

Con la sentenza n.ro 37194/2019 pubblicata il 5 Settembre 2019, la Corte di Cassazione «in accoglimento del ricorso della parte civile, annulla la sentenza impugnata, agli effetti civili, con rinvio per nuovo esame al giudice competente per valore in grado di appello. Dichiara inammissibile, agli effetti penali, il ricorso promosso dal Pubblico ministero.». La Corte …

Annullata la sentenza di assoluzione della Corte di Appello di Milano nei confronti di Emilio Fede dal reato di «bancarotta fraudolenta patrimoniale» Leggi altro »

Fino a 3 anni di reclusione per chi si “intrattiene” nella chat della partner – contro la volontà della stessa – anche se al fine di provarne l’adulterio; fingere di essere innamorati può invece costare fino a 5 anni di reclusione

La Suprema Corte di Cassazione (Sentenza 34141/2019) ha «annullato con rinvio» la sentenza assolutoria del Signor G.S. imputato dei reati previsti e puniti – con la reclusione fino a 3 anni – dagli artt. 615 ter e 616 c.p. (Accesso abusivo ad un sistema informatico e telematico – Violazione, sottrazione e soppressione di corrispondenza). Il …

Fino a 3 anni di reclusione per chi si “intrattiene” nella chat della partner – contro la volontà della stessa – anche se al fine di provarne l’adulterio; fingere di essere innamorati può invece costare fino a 5 anni di reclusione Leggi altro »

Stop alle chiamate insistenti dai call center – Reato contro l’ordine pubblico, previsto e punito dall’art. 660 C.P.

Stop alle chiamate insistenti dai call center. La Corte di Cassazione (sentenza n. 29292/2019 pubblicata il 04.07.2019 a seguito dell’udienza del 05.04.2019) ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dal legale rappresentante di una società di «recupero crediti» che era stato condannato dal Tribunale di Teramo alla pena di € 300 di ammenda ed al pagamento delle spese …

Stop alle chiamate insistenti dai call center – Reato contro l’ordine pubblico, previsto e punito dall’art. 660 C.P. Leggi altro »